tagged as Australia.
1 month ago reblogged from helloancolie
1 month ago reblogged from nataylie

Detesto il provvisorio.

(François Truffaut - Baci Rubati, 1968)

arquerio:

Scan 45 by natcatwil on Flickr.

arquerio:

Scan 45 by natcatwil on Flickr.

Quelli come te, che hanno due sangui diversi nelle vene, non trovano mai riposo né contentezza; e mentre sono là, vorrebbero trovarsi qua, e appena tornati qua, subito hanno voglia di scappar via. Tu te ne andrai da un luogo all’altro, come se fuggissi di prigione, o corressi in cerca di qualcuno; ma in realtà inseguirai soltanto le sorti diverse che si mischiano nel tuo sangue, perché il tuo sangue è come un animale doppio, è come un cavallo grifone, come una sirena. E potrai anche trovare qualche compagnia di tuo gusto, fra tanta gente che s’incontra al mondo; però, molto spesso, te ne starai solo. Un sangue-misto di rado si trova contento in compagnia: c’è sempre qualcosa che gli fa ombra, ma in realtà è lui che si fa ombra da se stesso, come il ladro e il tesoro, che si fanno ombra uno con l’altro. Elsa Morante, “L’isola di Arturo” (via alivr-posts)
2 months ago reblogged from fljotavik

The Seine near Giverny Claude Monet - 1885

The Seine near Giverny Claude Monet - 1885

(Source: bofransson)

2 months ago reblogged from gyllen-haal

leperizie:

aspetta, com’è che era? le cose belle sono lente

2 months ago reblogged from lareginazabo
«Si sentiva molto giovane; e al tempo stesso indicibilmente vecchia. Affondava come una lama nelle cose; e al tempo stesso ne rimaneva fuori, osservava. Aveva l’impressione costante di essere lontana, lontanissima, in mare aperto, e sola. Sempre aveva l’impressione che vivere, anche solo un giorno, fosse molto, molto pericoloso. Non che si sentisse particolarmente intelligente, o straordinaria. […] L’unico talento che aveva era di riconoscere la gente come d’istinto». Virginia Woolf, “La signora Dalloway” (via tomorrowisgonnabebetter)
2 months ago reblogged from fiorern
I act and react, and suddenly I wonder “Where is the girl that I was last year?..Two years ago?..What would she think of me now? Sylvia Plath, The Unabridged Journals (via lexophil)

(Source: tarkovskologist)

All you need is time.

Previous Page // Next Page
Powered by Tumblr; themed by Kiyla.